Velturno in Val d’Isarco 2013

Giugno 27, 2013

Velturno in Val d’Isarco 2013

 

ESCURSIONE A VELTURNO

25 aprile 2013

Dopo tanti giorni di pioggia e di freddo non si sperava di trovare una giornata piena di sole alla nostra prima uscita col bus il 25 aprile. E invece quel giorno sembrava proprio che fossimo in piena estate.Siamo partiti puntuali da Riva e Arco verso Trento e poi in autostrada siamo arrivati fino a Chiusa. Dopo una breve sosta appena fuori dall’autostrada l’autista ci ha portati in poco tempo al paese di Velturno da dove abbiamo iniziato la nostra passeggiata verso Verdignes.Fatti pochi passi, la nostra attenzione viene attratta subito da un fiore che spicca in mezzo a tanti fiori comuni: la Pulsatilla alpina, una specie di anemone tipico di questa zona. Proseguendo attraversiamo prati fioriti e frutteti e incrociamo il Sentiero delle Castagne che si snoda per ca 60 km sui soleggiati pendii tra Bressanone e Bolzano. In lontananza si vedono spuntare da dietro le montagne verdeggianti le cime innevate delle Dolomiti. La Valle dell’Isarco è molto esposta e durante la nostra camminata siamo quasi sempre baciati dal sole. Verso mezzogiorno arriviamo a Verdignes. Una parte del gruppo si ferma a mangiare nel ristorante, dove i tempi d’attesa si rivelano piuttosto lunghi. Chi invece si è portato dietro il pranzo, si reca sulla collina in cima al paese dove può mangiare in tranquillità  godendosi un bel panorama sulla valle. Altri ancora preferiscono stare all’ombra di qualche albero o della vicina chiesetta di S.Valentino, costruzione romanica risalente al 1202 e resa gotica nel 1400. All’interno della chiesetta si possono ammirare stupendi affreschi ancora ben conservati.Accanto alla chiesa si trova il cimitero con le sue caratteristiche croci di ferro battuto. Interessante la piccola cappella con la rappresentazione della Ruota della Vita (1738), che raffigura la vita umana dalla culla alla tomba e i quadri raffiguranti gliUltimi 4 Punti: il cielo, l’inferno, la morte e il giudizio universale.Verso le 13.30 lasciamo Verdignes e ritorniamo a Velturno dove ci aspetta la guida per la visita al Castello, progettato nel 1577 come residenza estiva del Principe Vescovo di Bressanone, Johann Thomas von Spaur. Egli fu il committente della costruzione iniziata nel 1578. Fino alla  secolarizzazione, la residenza appartenne al Principato di Bressanone, dopodiche ebbe diversi proprietari fino a quando, nel 1979, venne acquisita dalla Provincia Autonoma di Bolzano. Tra il 1980 e 1983 venne restaurata e risistemata in modo esemplare. Le stanze con funzione abitativa si trovavano al primo e secondo piano, mentre gli ambienti al pian terreno servivano come magazzini. Quasi tutti i soffitti a cassettoni in legni pregiati e con delle rosette dorate sono stati rifatti completamente. Il più bello si trova al secondo piano nella”Stanza del Principe” che, con la sua boiserie, la stufa in maiolica dipinta e le decorazioni pittoriche raffiguranti fra l’altro le Otto Meraviglie del Mondo, viene considerata la più interessante di Castel Velturno. Prima di uscire dal Castello ammiriamo i fiori nel cortile e la nostra attenzione viene attratta da due fiori, uno vicino all’altro, la Fritillaria Meleagris e la Fritillaria Imperialis. Soddisfatti, prendiamo la strada del ritorno.

GEJA

Ultimi Articoli

Ecco gli ultimi articoli del nostro Archivio, scopri il Gruppo Micologico Don Porta.

Escursione da Ferrara di monte Baldo a malga Orsa con salita finale alla Madonna della Corona. Sabato 7 Maggio 2022

Sabato 07 maggio 2022 Originale per la sua diversità, la gita proposta al Direttivo ad inizio d’anno da Valerio Sartori, e poi guidata da Gi

CAMMINATA SUL “ SENTIERO DEI M0LINEI” Domenica 10 aprile 2022

ANELLO : LAGO BAGATTOLI-PIETRAMURATA-CENTRALE DI FIES-BAGATTOLI Domenica 10 aprile 2022 Ci siamo trovati coi mezzi propri, al lago Bagattoli

ESCURSIONE MICOLOGICA ALLE REGOLE DI CASTELFONDO

Giovedì 23 settembre 2021 Siamo partiti di buon ora per la val di Non con un piccolo bus di soli 20 posti a causa di un difficoltoso passaggio nel pae

ESCURSIONE A BELLAMONTE E A MALGA BOCCHE 31 AGOSTO 2021

 Escursione sul Lusia nel  luogo detto del “Giro d’Ali”.  Martedi 31 agosto 2021 In orario come nostro solito, siamo partiti in

45^ MOSTRA MICOLOGICA 2021

Sab. / Dom- 02/03 ottobre 2021 Mai come quest’anno c’è stata penuria di funghi ovunque per la calura e la siccità dell’estate, tanto che molti

Escursione al Giogo di Meltina Giovedi 22 luglio 2021

ESCURSIONE AL GIOGO DI MELTINA  Giovedì 22 luglio Tutti sul bus, in regola con le mascherine, per la nostra prima uscita dell’anno con meta

Escursione micologica alle Regole di Castelfondo 24/09/2020

Quest’anno come già tutti sappiamo la presenza in campo nazionale e mondiale del Covid 19. ha imposto prima con decreti statali, ed a seguire con provve

Escursione micologica in val di rabbi 15/09/2020

Partiti di mattina presto una ventina di irriducibili micologi, salgono sul pulmino della Sarcatour alla volta della destinazione stabilita. La

Micologica Passo Lavaze’- venerdi 04 settembre 2020

Dopo aver ripreso l’attività momentaneamente sospesa per l’epidemia Covid con l’escursione a passo Sella, abbiamo iniziato la serie delle gite micol

Alba di Canazei – Cima su l’Aut Domenica 13 settembre 2020

La giornata settembrina si presenta serenissima a Riva del Garda e così, partiti di buon’ora, siamo arrivati, dopo l’abituale sosta ‘di servizio’,

Mettiamoci in contatto

Il Gruppo Micologico e protezione flora alpina don Pietro Porta fondato nell'anno 1967 ha svolto in modo continuativo la propria attività organizzando escursioni micologiche e botaniche prevalentemente in Regione Trentino- Alto Adige, viaggi di 2/3 giorni all'estero ed in Italia.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI

Scopri gli altri articoli del Gruppo Micologico Don porta sul nostro blog, le nostre gite, le mostre e tanto altro!