buche ghiaccio-castel firmiano 2012

Giugno 29, 2012

buche ghiaccio-castel firmiano 2012

BUCHE DI GHIACCIO E CASTEL FIRMIANO

Domenica 27 maggio 2012

Lasciate le nostre montagne calcaree alle spalle, ci immergiamo nella piattaforma porfirica Atesina nella quale domina il porfido, roccia antica di origine vulcanica che costituisce buona parte del territorio dell’Alto Adige. La prima idea per questa gita era quella di portare il Gruppo a visitare il castel Firmiano, sopra Bolzano. Poi si è pensato di completare la giornata con un percorso nell’Oltradige, tra Caldaro e Appiano, con il suo susseguirsi di località belle ed interessanti, naturalistiche, storiche e architettoniche. Partendo da Panizza di Sotto ci arrampichiamo lungo un sentiero nel bosco verso il biotopo delle “Buche di ghiaccio” dove si nota un brusco cambiamento di temperatura e di conseguenza della vegetazione che da bosco di latifoglie si trasforma in bosco di rododendri e conifere.

 

È caratteristico per le correnti d’aria che, scendendo dal versante del monte Gadda, si incuneano negli anfratti e nelle fessure dei massi di porfido di una grande frana (di epoca postglaciale) e si raffreddano: si forma nella conca un ristagno di aria fredda per un’altezza di circa 5 metri e a volte si notano candele di ghiaccio agli orli delle buche.

 

 

Proseguendo lungo un agevole sentiero reso morbido dagli aghi di pino, sbuchiamo tra i meli in prossimità del gotico castel Englar (del XIII sec.) immerso in un tripudio di rose profumate, ora residenza turistica.

 

Tra cavalli, oche e vigneti spicca la cappella del Castello isolata e maestosa.

 

 

Dopo un’altra tappa al castel Moos, ora museo, scendiamo verso San Michele dove ci accoglie un profumo di grigliata che ci fa risolvere il problema di dove fermarci per il pranzo. Allietati dalla banda e dalle danze di baldi giovani tirolesi con tipici calzoncini di pelle, assaggiamo i prodotti locali, la birra e … riposiamo prima di visitare il paese e di recarci a San Paolo. Molto armoniose le costruzioni di questo piccolo centro, alcune circondate da cerchia di mura con torri a più piani, ma l’elemento più spettacolare è la chiesa parrocchiale del ‘400, la più grande di tutto l’Oltradige. Questi paesini sono caratterizzati dalle case del ‘500 sistemate in seguito con elementi decorativi rinascimentali, scale esterne, loggiati a colonne, bifore ed ercker rettangolari. Nel pomeriggio il castel Firmiano ci accoglie con il suo aspetto maestoso e con i rossi colori dei blocchi di porfido.

 

Noto già prima dell’anno 1000, fu affidato ai principi vescovi di Trento fino al 15° sec. In seguito fu dei conti del Tirolo che lo chiamarono “La corona di Sigismondo” (da Sigismondo d’Austria il Danaroso), poi dei Wolkenstein ed infine della Provincia di Bolzano che, nel 2003, dette la concessione a Reinold Messner di allestire un museo della montagna.

 

Nella visita al maniero si notano i reperti di arte orientale (Budda, dea Kalì, leoni birmani …) portati dallo scalatore dall’Asia. In molti ambienti si notano raffigurazioni di montagne, attrezzature del passato per le scalate, fossili e minerali (geodi, quarzi).Dalle torri di guardia, dal mastio, dagli scaloni che permettono di spostarsi lungo i camminamenti delle guardie si gode un ampio panorama, dalla piana verso Merano allo Sciliar. La giornata è stata veramente molto interessante per la varietà di belle cose che abbiamo visto.

 

Minisa e Marinella

 

 

 

Ultimi Articoli

Ecco gli ultimi articoli del nostro Archivio, scopri il Gruppo Micologico Don Porta.

Escursione da Ferrara di monte Baldo a malga Orsa con salita finale alla Madonna della Corona. Sabato 7 Maggio 2022

Sabato 07 maggio 2022 Originale per la sua diversità, la gita proposta al Direttivo ad inizio d’anno da Valerio Sartori, e poi guidata da Gi

CAMMINATA SUL “ SENTIERO DEI M0LINEI” Domenica 10 aprile 2022

ANELLO : LAGO BAGATTOLI-PIETRAMURATA-CENTRALE DI FIES-BAGATTOLI Domenica 10 aprile 2022 Ci siamo trovati coi mezzi propri, al lago Bagattoli

ESCURSIONE MICOLOGICA ALLE REGOLE DI CASTELFONDO

Giovedì 23 settembre 2021 Siamo partiti di buon ora per la val di Non con un piccolo bus di soli 20 posti a causa di un difficoltoso passaggio nel pae

ESCURSIONE A BELLAMONTE E A MALGA BOCCHE 31 AGOSTO 2021

 Escursione sul Lusia nel  luogo detto del “Giro d’Ali”.  Martedi 31 agosto 2021 In orario come nostro solito, siamo partiti in

45^ MOSTRA MICOLOGICA 2021

Sab. / Dom- 02/03 ottobre 2021 Mai come quest’anno c’è stata penuria di funghi ovunque per la calura e la siccità dell’estate, tanto che molti

Escursione al Giogo di Meltina Giovedi 22 luglio 2021

ESCURSIONE AL GIOGO DI MELTINA  Giovedì 22 luglio Tutti sul bus, in regola con le mascherine, per la nostra prima uscita dell’anno con meta

Escursione micologica alle Regole di Castelfondo 24/09/2020

Quest’anno come già tutti sappiamo la presenza in campo nazionale e mondiale del Covid 19. ha imposto prima con decreti statali, ed a seguire con provve

Escursione micologica in val di rabbi 15/09/2020

Partiti di mattina presto una ventina di irriducibili micologi, salgono sul pulmino della Sarcatour alla volta della destinazione stabilita. La

Micologica Passo Lavaze’- venerdi 04 settembre 2020

Dopo aver ripreso l’attività momentaneamente sospesa per l’epidemia Covid con l’escursione a passo Sella, abbiamo iniziato la serie delle gite micol

Alba di Canazei – Cima su l’Aut Domenica 13 settembre 2020

La giornata settembrina si presenta serenissima a Riva del Garda e così, partiti di buon’ora, siamo arrivati, dopo l’abituale sosta ‘di servizio’,

Mettiamoci in contatto

Il Gruppo Micologico e protezione flora alpina don Pietro Porta fondato nell'anno 1967 ha svolto in modo continuativo la propria attività organizzando escursioni micologiche e botaniche prevalentemente in Regione Trentino- Alto Adige, viaggi di 2/3 giorni all'estero ed in Italia.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI

Scopri gli altri articoli del Gruppo Micologico Don porta sul nostro blog, le nostre gite, le mostre e tanto altro!