ESCURSIONE NATURALISTICA ALLE TRE DI CIME DI LAVAREDO

Ottobre 3, 2009

ESCURSIONE NATURALISTICA ALLE TRE DI CIME DI LAVAREDO

Domenica 26 luglio 2009 è stata, senza dubbio, una delle più belle giornate trascorse in montagna. La gita organizzata alle “ Tre Cime di Lavaredo” è da riportare, se ce ne fosse uno, sul libro d'oro delle escursioni. Il viaggio fino al rifugio Auronzo (mt. 2320) è stato abbastanza lungo, poiché occorre arrivare a Dobbiaco e poi proseguire verso la valle di Landro e Misurina. Ma ne è valsa la pena. Ero già stato alle “Tre Cime” trent'anni fa, ma ricordavo poco delle sue meraviglie, perché era nuvoloso e le montagne adiacenti erano tutte coperte; in più una leggera pioggerella disturbò il cammino.
L'esteso altipiano delle Tre Cime rappresenta un importante spartiacque idrografico. Infatti, la Rienza, che sgorga ai loro piedi, scorre attraverso le valli Rienza e Pusteria, confluendo poi nell'Isarco e nell'Adige. Inoltre i piccoli torrenti e rigagnoli che percorrono le valli adiacenti, sfociano nel Rio Sesto e poi, attraverso la Drava, nel Danubio e terminare infine nel Mar Nero.
 La gita è iniziata nella maniera più classica,riunendosi attorno ai responsabili organizzativi e stabilendo i termini del  rientro per le ore 17, al posteggio dei pullman.
Sette soci, capitanati da Nicola, avendo già compiuto il giro in una precedente occasione, hanno optato per  un percorso alternativo, andando al rifugio Pian di Cengia, mentre gli altri, alla spicciolata, hanno iniziato l'escursione circa alle 10.30.

Active Image

 

Essendo una bellissima giornata, il percorso era frequentato da tantissimi escursionisti. Lungo il tragitto, sul sentiero 101, dopo la Forcella Lavaredo ci siamo fermati di frequente per contemplare uno dei più celebrati paesaggi dolomitici e le montagne circostanti (il Gruppo dei Cadini, l'Antelao, La Croda Rossa, il Cristallo) e, anche se distanti da noi, le gallerie del monte Paterno, testimonianza della 1^ guerra mondiale. Man mano che ci si avvicinava al rifugio Locatelli, le TreCime di Lavaredo, assomiglianti vagamente a tre dita che puntano verso il cielo, compatte ed armonicamente allineate, si ergevano nello loro maestosità.

Active Image

 

Arrivati al rifugio mi sono ricordato della famosa diatriba tra i comuni di Auronzo di Cadore e Dobbiaco sulle esatte attribuzioni dei confini dei due territori; risulterebbe che ¼ sia del comune altoatesino e ¾ del comune cadorino: sembra che la “querelle” sia ancora in atto.
Un'occhiata all'orologio e la lunga camminata ci hanno convinti a fermarci per il pranzo, utilizzando le panche del rifugio, i prati circostanti o il ristorante dello stesso.
Alle 14, ora prevista per iniziare la camminata di ritorno, ci siamo messi in marcia affrontando  una discesa non indifferente, credo 200mt. di dislivello e conseguente risalita per tornare in quota. Giunti alla malga Langalm, alcuni di noi hanno fatto una sosta al sapore di yoghurt con mirtilli e, dopo tre quarti d'ora, siamo tornati al posteggio del pullman.
Durante il percorso di ritorno, l'autista, su richiesta di numerosi soci, ha fatto una deviazione, costeggiando il lago d'Antorno, verso il lago di Misurina, dove ci siamo soffermati per una quarantina di minuti o per acquisti vari o per fare delle belle foto del lago con il gruppo Sorapiss sullo sfondo.

Active Image

 

Agli organizzatori dell'escursione va il mio plauso, convinto che questa gita rimarrà nel cuore di ogni partecipante.

Giorgio

Ultimi Articoli

Ecco gli ultimi articoli del nostro Archivio, scopri il Gruppo Micologico Don Porta.

Escursione da Ferrara di monte Baldo a malga Orsa con salita finale alla Madonna della Corona. Sabato 7 Maggio 2022

Sabato 07 maggio 2022 Originale per la sua diversità, la gita proposta al Direttivo ad inizio d’anno da Valerio Sartori, e poi guidata da Gi

CAMMINATA SUL “ SENTIERO DEI M0LINEI” Domenica 10 aprile 2022

ANELLO : LAGO BAGATTOLI-PIETRAMURATA-CENTRALE DI FIES-BAGATTOLI Domenica 10 aprile 2022 Ci siamo trovati coi mezzi propri, al lago Bagattoli

ESCURSIONE MICOLOGICA ALLE REGOLE DI CASTELFONDO

Giovedì 23 settembre 2021 Siamo partiti di buon ora per la val di Non con un piccolo bus di soli 20 posti a causa di un difficoltoso passaggio nel pae

ESCURSIONE A BELLAMONTE E A MALGA BOCCHE 31 AGOSTO 2021

 Escursione sul Lusia nel  luogo detto del “Giro d’Ali”.  Martedi 31 agosto 2021 In orario come nostro solito, siamo partiti in

45^ MOSTRA MICOLOGICA 2021

Sab. / Dom- 02/03 ottobre 2021 Mai come quest’anno c’è stata penuria di funghi ovunque per la calura e la siccità dell’estate, tanto che molti

Escursione al Giogo di Meltina Giovedi 22 luglio 2021

ESCURSIONE AL GIOGO DI MELTINA  Giovedì 22 luglio Tutti sul bus, in regola con le mascherine, per la nostra prima uscita dell’anno con meta

Escursione micologica alle Regole di Castelfondo 24/09/2020

Quest’anno come già tutti sappiamo la presenza in campo nazionale e mondiale del Covid 19. ha imposto prima con decreti statali, ed a seguire con provve

Escursione micologica in val di rabbi 15/09/2020

Partiti di mattina presto una ventina di irriducibili micologi, salgono sul pulmino della Sarcatour alla volta della destinazione stabilita. La

Micologica Passo Lavaze’- venerdi 04 settembre 2020

Dopo aver ripreso l’attività momentaneamente sospesa per l’epidemia Covid con l’escursione a passo Sella, abbiamo iniziato la serie delle gite micol

Alba di Canazei – Cima su l’Aut Domenica 13 settembre 2020

La giornata settembrina si presenta serenissima a Riva del Garda e così, partiti di buon’ora, siamo arrivati, dopo l’abituale sosta ‘di servizio’,

Mettiamoci in contatto

Il Gruppo Micologico e protezione flora alpina don Pietro Porta fondato nell'anno 1967 ha svolto in modo continuativo la propria attività organizzando escursioni micologiche e botaniche prevalentemente in Regione Trentino- Alto Adige, viaggi di 2/3 giorni all'estero ed in Italia.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI

Scopri gli altri articoli del Gruppo Micologico Don porta sul nostro blog, le nostre gite, le mostre e tanto altro!