Arezzo e lago Trasimeno 2012

Giugno 27, 2012

Arezzo e lago Trasimeno 2012

AREZZO CORTONA E LAGO TRASIMENO

Sabato e domenica 12/13 maggio 2012

Magnifico viaggio alla scoperta di un’Italia minore ma non per questo meno importante: città d’arte Arezzo e Cortona, ambiente incontaminato L’Isola Maggiore del lago Trasimeno.

Nel torrido pomeriggio di sabato, una bravissima guida con la caratteristica arguzia  degli aretini ci  ha accompagnato lungo le vie storiche del centro ad ammirare, nella Pieve di San Francesco, gli affreschi quattrocenteschi di Piero della Francesca. Capolavori dell’arte rinascimentale, narrano la Leggenda della Vera Croce: “l’Arcangelo, custode della porta del Paradiso, consegna a Seth – figlio di Adamo – un ramoscello tratto dall’albero del Bene e del Male da porre in bocca al padre al momento della sua sepoltura; da esso nascerà un albero rigoglioso che darà il legno per la croce di Cristo. Il re d’Israele Salomone, lo fa tagliare e lo utilizza come ponte su un fiume. Lo riscopre la regina di Saba che ha un significativo incontro con il re cui comunica una premonizione sull’uso che ne verrà fatto del legno come croce per il supplizio del Messia. Se ne perdono le tracce fino a quando Sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino, lo ritrova a Gerusalemme.” La Leggenda è magistralmente rappresentata nella cappella Bacci, dietro l’altare maggiore, con vari riquadri che rappresentano in sequenza la storia della Croce fino alla consegna da parte dell’imperatore d’Oriente Eraclio a Gerusalemme nel VII secolo.

Si ammira poi la grandiosa facciata della Pieve di Santa Maria ornata di archi e colonne romaniche


e dietro di essa, imponente,

 

la Piazza Grande, dove si tiene la Giostra del Saracino, la Galleria del Vasari,

 

il palazzo della Fraternita dei Laici e, per accogliere il Papa in visita, una corona immensa di bandiere e stendardi. Lungo le  fresche vie di Arezzo, si sale verso la parte alta della città, l’antica acropoli, passando per il Comune, il Palazzo Vescovile fino al Duomo, di impronta neogotica.

 

Da lì si arriva a San Domenico dove possiamo ammirare il crocefisso del Cimabue e ascoltare le prove dei canti di un coro che avrebbe deliziato il Santo Padre il giorno dopo.

 

 

La visita della casa del Vasari ci riserva una sorpresa: un giardinetto pensile con fiori e fontane, una notevole raccolta di quadri. La nostra visita della città termina a ridosso delle mura ed il tragitto prosegue alla volta di Cortona, città interessante, abbarbicata lungo il pendio del monte con strade acciottolate, palazzi, logge e preziose chiesette in mattoni: essa sovrasta la piana del lago Trasimeno che si ammira in lontananza.

 

A Castiglione del Lago ci fermiamo per la notte e dopo una abbuffata di tagliatelle al ragù quattro passi nella notte ci portano al porticciolo sotto la Fortezza. Da lì il giorno dopo ci imbarchiamo per l’Isola Maggiore: mezz’ora di traversata, sguardo su questo lago che non ha immissari ma è alimentato solo da acqua piovana, volo di gabbiani, tempo preoccupante … ma la fortuna è, come al solito, dalla nostra parte ed all’arrivo all’attracco ci attende il sole ed anche la guida. Trentacinque persone vivono in un piccolo nucleo di case lungo il lago con il Palazzo del Capitano del Popolo, il Castello Guglielmi, il Palazzo di proprietà dei Cavalieri Templari; i turisti che visitano l’isola possono trovare bar e ristoranti caratteristici e dei bellissimi lavori a punto d’Irlanda confezionati dalle signore, ormai anziane, del posto. I loro lavori sono esposti in un museo.

 

 

 

 

La guida ci porta lungo tutto il percorso, tra stradine e sentieri, ad ammirare la bellezza selvaggia di quest’ambiente caratterizzato da ulivi, lecci, pioppi, pini, cipressi con improvvise macchie gialle di Ferula communis (velenosa), a prima vista scambiata per finocchiello selvatico. Sosta alla fonte di San Francesco, luogo dove il santo sostò in preghiera.

 

 

Tra salite e discese abbiamo passato due ore in contemplazione di una natura incontaminata e lussureggiante rincorrendo, con le nostre macchine fotografiche, fagiani e leprotti nella boscaglia.


Nel pomeriggio non potevamo lasciare Castiglione senza visitare il suo centro storico: la cittadina, circondata da mura e posta su un promontorio, si affaccia sul lago e domina tutta la vallata fino a Perugia e Cortona.

 

 

Molta ammirazione hanno destato in noi la Fortezza imponente sulle mura e le viuzze con negozi che espongono “tentazioni alimentari” particolari e numerosi prodotti locali.

 

La pioggia prevista per la giornata ha atteso che noi ripartissimo per cadere su di noi: più fortunati di così!!!

Minisa e Marinela

 

Ultimi Articoli

Ecco gli ultimi articoli del nostro Archivio, scopri il Gruppo Micologico Don Porta.

Escursione da Ferrara di monte Baldo a malga Orsa con salita finale alla Madonna della Corona. Sabato 7 Maggio 2022

Sabato 07 maggio 2022 Originale per la sua diversità, la gita proposta al Direttivo ad inizio d’anno da Valerio Sartori, e poi guidata da Gi

CAMMINATA SUL “ SENTIERO DEI M0LINEI” Domenica 10 aprile 2022

ANELLO : LAGO BAGATTOLI-PIETRAMURATA-CENTRALE DI FIES-BAGATTOLI Domenica 10 aprile 2022 Ci siamo trovati coi mezzi propri, al lago Bagattoli

ESCURSIONE MICOLOGICA ALLE REGOLE DI CASTELFONDO

Giovedì 23 settembre 2021 Siamo partiti di buon ora per la val di Non con un piccolo bus di soli 20 posti a causa di un difficoltoso passaggio nel pae

ESCURSIONE A BELLAMONTE E A MALGA BOCCHE 31 AGOSTO 2021

 Escursione sul Lusia nel  luogo detto del “Giro d’Ali”.  Martedi 31 agosto 2021 In orario come nostro solito, siamo partiti in

45^ MOSTRA MICOLOGICA 2021

Sab. / Dom- 02/03 ottobre 2021 Mai come quest’anno c’è stata penuria di funghi ovunque per la calura e la siccità dell’estate, tanto che molti

Escursione al Giogo di Meltina Giovedi 22 luglio 2021

ESCURSIONE AL GIOGO DI MELTINA  Giovedì 22 luglio Tutti sul bus, in regola con le mascherine, per la nostra prima uscita dell’anno con meta

Escursione micologica alle Regole di Castelfondo 24/09/2020

Quest’anno come già tutti sappiamo la presenza in campo nazionale e mondiale del Covid 19. ha imposto prima con decreti statali, ed a seguire con provve

Escursione micologica in val di rabbi 15/09/2020

Partiti di mattina presto una ventina di irriducibili micologi, salgono sul pulmino della Sarcatour alla volta della destinazione stabilita. La

Micologica Passo Lavaze’- venerdi 04 settembre 2020

Dopo aver ripreso l’attività momentaneamente sospesa per l’epidemia Covid con l’escursione a passo Sella, abbiamo iniziato la serie delle gite micol

Alba di Canazei – Cima su l’Aut Domenica 13 settembre 2020

La giornata settembrina si presenta serenissima a Riva del Garda e così, partiti di buon’ora, siamo arrivati, dopo l’abituale sosta ‘di servizio’,

Mettiamoci in contatto

Il Gruppo Micologico e protezione flora alpina don Pietro Porta fondato nell'anno 1967 ha svolto in modo continuativo la propria attività organizzando escursioni micologiche e botaniche prevalentemente in Regione Trentino- Alto Adige, viaggi di 2/3 giorni all'estero ed in Italia.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI

Scopri gli altri articoli del Gruppo Micologico Don porta sul nostro blog, le nostre gite, le mostre e tanto altro!