CASTEL CORNO E MALGA CIMANA

Luglio 28, 2010

CASTEL CORNO E MALGA CIMANA

Domenica 9 Maggio 2010

Eravamo tanti, tutti molto interessati a visitare questo particolare maniero, in parte incassato nella

roccia ed in parte eretto su un “corno” naturale di calcare, staccatosi dal monte Biaena alla fine delle

glaciazioni.

Venne costruito dopo il 1000 in una zona già abitata da 9000 anni. In alcune grotte individuate durante

interventi di restauro furono trovati stanze, cunicoli e corredi funerari dell’Età del Bronzo Antico

(2200-1650 a.c.). La sua posizione permetteva il controllo e la difesa del territorio da invasioni ungare,

saracene, normanne.

Al 12° sec. risale l’inizio della costruzione del castello, arroccato come fortificazione a protezione e

dominio di nobili. La prima struttura era forse in legno (castelliere), in seguito successive costruzioni

sullo sprone roccioso e rifacimenti del 14° sec. lo dotarono di un’ardita scala a pioli retrattile e

torrette per appostamento difensivo per piccole guarnigioni e per uso militare non residenziale.

 

      

 

Le poche notizie che si hanno della rocca attestano che nel 1178 la primordiale costruzione

apparteneva ai Signori di Castelcorno, successivamente, come castello feudale del principato

vescovile di Trento il maniero fu affidato ai Castelbarco.

Fu a lungo conteso fra principe vescovo, famiglie nobili della zona tra cui i Lodron fino

a passare infine ai Lichtenstein si estinsero alla fine del 1700: cadde quindi in disuso e spogliato di

arredi e usato dagli abitanti dei paesi limitrofi come “cava da materiali” e pietre lavorate. La visione

del castello che si ha dal piazzale sottostante è stupefacente, completamente mimetizzata nella pietra,

con solide mura che lo difendono verso il fossato sotto il monte Biaena, varie porte di guardia,

sale del palazzo comitale, cisterna e scale di accesso scavate nella roccia. All’esterno del castello

 superiore, durante i restauri svoltisi fra il 1987 e il 2003 con disboscamento e consolidamento

della struttura, è stata posizionata una ripidissima scala in legno che porta alla struttura alta: essa

è assolutamente inviolabile e conserva ancora tracce della vecchia cucina, magazzini, pozzo e torri

di avvistamento.

 

 

 

Dalla sommità lo sguardo spazia su tutta la valle dell’Adige, da Castel Beseno, alla città di Rovereto

fino ad Ala con la visione di tutte le montagne intorno. Si respira un’aria cristallina,

diversa, ci si sente immersi nel passato mentre il nostro pensiero va a chi è riuscito ad ancorare

pietra su pietra sulla roccia viva, in modo così saldo che solo la mano rapace dell’uomo ha potuto

scalzare.

Lasciato il castello ci siamo diretti verso Malga Cimana nei pressi del lago di Cei, dove abbiamo

pranzato chi al sacco  chi alla Malga stessa e passeggiato nel bosco e nei prati che si stavano

risvegliando nella primavera. Nel ritorno, lungo la strada per Villa Lagarina, ci siamo fermati

al castello di Castellano trovando il proprietario che ci ha aperto la sua dimora e ci ha illustrato

la storia travagliata del castello.

MINISA E MARINELLA

Ultimi Articoli

Ecco gli ultimi articoli del nostro Archivio, scopri il Gruppo Micologico Don Porta.

Escursione micologica a Ronzo Chienis e pranzo sociale. Domenica 16 ottobre 2022

Escursione micologica con pranzo sociale a Ronzo Chienis in Val di Gresta Domenica 16 ottobre 2022 Il 16 ottobre 2022 il nostro Gruppo ha fatto

45° Mostra micologica. Sab.08 e Dom. 09 ottobre

46°MOSTRA  MICOLOGICA a RIVA del GARDA Sabato 08 e domenica 09 ottobre 2022 Nonostante le previsioni che indicavano una scarsità di fungh

Escursione micologica a Lavarone e visita al drago di Magrè. Giovedi 06 ottobre 2022

GITA MICOLOGICA A LAVARONE E VISITA AL DRAGO DI MAGRE’ Giovedì 06 ottobre 2022 Di buon mattino siamo partiti alla volta di Lavarone e,giu

Escursione micologica alle Regole di Castelfondo. Giovedi 22 settembre 2022

Uscita micologica alle REGOLE DI CASTELFONDO Giovedi 22 settembre 2022 Quest’anno è stato difficoltoso trovare un pullman di 20 posti ed abbiamo

Uscita micologica a Tremalzo Domenica 11 settembre 2022

Uscita micologica a Tremalzo Domenica 11 settembre 2022 Ci  siamo ritrovati puntuali alle 7.30 nel piazzale antistante la nostra sede. Da q

Escursione nel Parco Naturale di Paneveggio. MalgaVallazza, Lago Juribrutto e Rifugio Laresei. 31 luglio 2022.

Escursione a passo Valles e laghi di Juribrutto Domenica 31 luglio 2022 Dopo il mattiniero viaggio in bus da Riva , arrivati a pochi km da Passo

Escursione al Lago di Vernago , Maso Finail. Domenica 19 giugno 2022

 Escursione al Lago di Vernago e salita a Maso Finail Domenica 19 giugno 2022 Partenza, con un buon numero di partecipanti, verso la val Ven

Escursione da Ferrara di monte Baldo a malga Orsa con salita finale alla Madonna della Corona. Sabato 7 Maggio 2022

Sabato 07 maggio 2022 Originale per la sua diversità, la gita proposta al Direttivo ad inizio d’anno da Valerio Sartori, e poi guidata da Gi

CAMMINATA SUL “ SENTIERO DEI M0LINEI” Domenica 10 aprile 2022

ANELLO : LAGO BAGATTOLI-PIETRAMURATA-CENTRALE DI FIES-BAGATTOLI Domenica 10 aprile 2022 Ci siamo trovati coi mezzi propri, al lago Bagattoli

Gita a Candelo, Parco Villa Pallavicino, lago di Mergozzo. Sab.-Dom. Sab. – Dom. 21/2 maggio 2022e ferrovia val Vigezzo.

Il ricetto (= rifugio) è un borgo medievale circondato da mura, situato a nord ovest del paese e molto curato con mercatini di artigianato.

Mettiamoci in contatto

Il Gruppo Micologico e protezione flora alpina don Pietro Porta fondato nell'anno 1967 ha svolto in modo continuativo la propria attività organizzando escursioni micologiche e botaniche prevalentemente in Regione Trentino- Alto Adige, viaggi di 2/3 giorni all'estero ed in Italia.

SCOPRI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI

Scopri gli altri articoli del Gruppo Micologico Don porta sul nostro blog, le nostre gite, le mostre e tanto altro!